la storia

L'associazione è stata costituita con atto notarile in data 26 Aprile 1982 all'indomani del referendum popolare sulla legge n. 194/78. La prima sede operativa fu allestita in via Ganaceto n. 131 nei locali dei frati cappuccini. Nel 1988 la sede fu trasferita in via S. Chiara n. 17, dove opera tuttora presso i locali della Parrocchia S. Barnaba-S. Agostino. Dal 2007 il centro aiuto ha avuto in comodato d'uso locali dell'ex sede dei frati domenicani in via dei servi n. 18 dove sono stati allestiti una casa d'ospitalità e un baby-parking.

IL CAV OGGI

Nella sede di via S. Chiara n. 17 dal martedì al venerdì operano i Servizi di ascolto, accoglienza, assistenza con distribuzione di beni di vario tipo, vengono svolte azioni di orientamento e di appoggio ai vari enti assistenziali cittadini e sono promosse consulenze varie. E' attivo inoltre un servizio di ascolto e di inreventi specifici per prevenire l'aborto volontario cercando di trasmettere fiducia, speranza e sicurezza a donne che devono prendere decisioni difficili.

Dal 2007 il Cav  ha avuto in comodato d'uso dalla Diocesi di Modena locali posti in via dei servi n. 18 dove è stata allestita una struttura che ospita temporaneamente donne sole con bambini piccoli in difficoltà abitative ed esistenziali. La casa è in convenzione con il Copmune di Modena e l'accesso e la durata della permanenza sono gestiti dai Srvizi Siciali co i quali il Cav opera per aiutare le ospiti a superare le diffcoltà rispeattando la loro autonomia nella gestione del nucleo e nella ricerca di soluzioni idonee alle loro problematiche.

In via dei servi n. 18 da settembre a giugno al mattino è attivo un baby-parking per bambini da uno a tre anni appartenenti a nuclei familiari assistiti dal Centro aiuto alla vita. Quest'iniziativa è nata con l'idea di favorire l'integrazione dei bambini di estrazioni diverse e di agevolare le madri che hanno la necessità, per motivi lavorativi o personali, di qualche ora di libertà. Si offre un contesto educativo organizzato attraverso attività strutturate oltre ad uno spazio sufficientemente ricco di stimoli.

CHI OPERA E CHI COLLABORA

 L'attività viene svolta da volontari per i quali aiutare chi ha bisogno è una priorità e che operano nel massimo rispetto di chi viene assistito, dello statuto e regolamento associativo e dei protocolli in essere con gli enti istituzionali. Per garantire continuità al nostro operato abbiamo bisogno anche di te, del tuo aiuto, della tua voglia di esserci, di partecipare attraverso una tua disponibilità come volontario oppure puoi inviare un libero contributo offerto direttamente in sede oppure tramite bonifico: Unicredit di P.za Grande IBAN IT53Q0200812930000002998256  POSTA IBAN IT04R0760112900000013392410.

E' possibile inoltre destinare al centro aiuto alla vita il 5/1000 dell'IRPEF segnalando il cod. fisc. 94008510367